Poesie del Conte Gio. Batt.a Giovio K.r del Sacro Militar Ordine di S. Stefano e Ciamberlano delle L

220,00

  • Tipografo: Per Francesco Locatelli
  • Luogo di Stampa: Bergamo
  • Data di Stampa: 1774
COD: 1301 Categoria: Tag: , , Autore: Product ID: 1269

Descrizione

In-8° (18,3 x 11,5). pp. (8), CLX, legatura coeva piena pergamena rigida con titolo in oro su tassello in pelle rossa al dorso. Impresso su carta azzurrina. Frontespizio con titolo e vignetta calcografica (una cetra incrociata con trombe e serti) entro bordura ornamentale. Dedica a stampa a Girolamo Sottocasa, seguita da un’errata preliminare. Ottimo esemplare. Edizione originale delle poesie del Conte Giovio (Como, 1748-1814). Il primo libro comprende 54 sonetti di varia ispirazione (epitalamici, per monacazione, funerarii, dedicati a “L’astronomo Galileo divenuto cieco”, a “Gli abitanti dei pianeti””, a “L’incostanza””, a”Il disinganno””, “Alla luna””, a “Il commercio di Como ravvivato”, a “il Capo di Buona Speranza a Vasco de Gama”, etc.), il secondo è di odi (vengono anche tradotte alcune odi oraziane), mentre il terzo consiste nella traduzione del libro XI dell’Odissea ed il quarto e ultimo è di elegie e odi latine. Fecondo poligrafo ed erudito illuminista, il Giovio scrisse di volta in volta di filosofia, di letteratura, di storiografia, etc. Tra i suoi scritti: Saggio sopra la religione (1774); Discorso sopra la pittura (1776); Pensieri diversi (1780-81); Massime di morale saviezza (1796); L’uomo privato e pubblico (1804); Idee sulla tristezza (1812).
.


I libri antichi in questo sito sono una selezione dal nostro stock. Visiona il nostro intero archivio